Canto

Cantare è agire l’armonia del nostro essere, imparando a liberarsi progressivamente di blocchi, paure, limitazioni, per esprimere il libero flusso delle emozioni dell’esistenza.

A chi serve?

La nostra voce siamo noi. Lo sblocco energetico può passare dall’esperienza del canto: il nostro essere in risonanza col Tutto

A che cosa serve?

Il nostro corpo è potente veicolo d’armonia. Nel canto le diverse funzioni sintonizzano col centro dell’Essere

Canto: il ritmo È dentro di noi

La voce è lo strumento musicale che ognuno di noi possiede.
La nostra voce siamo noi, una firma di vibrazioni con specifiche continue variazioni correlate al nostro stato fisico, psichico, spirituale. Il canto è la vibrazione sincrona di tutto il corpo. Cantare ha potere di attivare tutte le cellule del nostro organismo, con impatto speciale su quelle a funzione regolatoria, come il sistema nervoso, endocrino e immunitario.
Sperimentare la propria voce nel canto innesca meccanismi a cascata di benessere incalcolabile: dalla possibilità di esserci comunicando in armonia e ritmo, all’espressione di emozioni libere da censure, dall’acquisizione della verticalità e del suo correlato psichico, all’esperienza di gioia nel canto del proprio essere.

Il suono che libera

Nell’educazione al canto il corpo sperimenta la presenza e la sede di specifici ostacoli, i blocchi che ne limitano espressività, risonanza, potenza. Cantare è sperimentare di “essere nel mondo”, protagonisti della vita. Agire la voce, ancor più, suonarla, è atto creativo per eccellenza, pienamente simbolizzato dalla nascita dell’universo dal suono. Nello sviluppo cosciente ogni uomo ha da creare nuovamente l’universo partendo da se stesso, dalla propria voce.

Educare per risonanza

L’educatore incontra e sviluppa un percorso per consentire alla persona di attivare se stessa attraverso il proprio strumento, la voce. In tale esplorazione l’operatore è sostenuto dal continuo confronto con il medico e psicoterapeuta per la valutazione degli ostacoli e strategie di superamento. La relazione d’aiuto che accoglie e valorizza l’unicità di ogni soggetto permette progressivamente di individuare e superare le limitazioni sino alla piena espressione di sé.

Orecchio chiama voce

Nello studio della sinergia tra voce e orecchio grande è il contributo di Alfred Tomatis otorinolaringoiatra e ricercatore nello studio di voce ed emissione vocale, specificamente sul ruolo dell’orecchio nella funzione di ascolto, dispensatore di energia per il sistema nervoso e organo di controllo del canto.

Il cervello, per pensare, ha bisogno di una sollecitazione dinamica intensa: cantare è una sollecitazione dinamica. Come avviene? L’orecchio è il direttore d’orchestra del complesso meccanismo di ricezione delle stimolazioni e dirige al cervello gli impulsi nervosi: il canto permette di prendere coscienza del proprio corpo, aiuta a sviluppare la respirazione, il contatto e il flusso delle emozioni, attiva nuove connessioni sinaptiche migliorando funzioni quali la memoria, l’orientamento, la fiducia in se stessi e nel mondo.

Resta in contatto con Niruàl e con te stesso

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su cure e trattamenti del Centro di Cure Integrate. Riceverai letture, spunti, approfondimenti riguardanti le discipline trattate dai nostri esperti.

    Scopri Niruàl

    Accogliamo, valutiamo, orientiamo il paziente verso uno specifico approccio di cura o verso un programma di interventi integrato con più operatori. Ogni passo nasce da un attento ascolto della persona, delle sue manifestazioni (sintomi e segni) e dalla scelta condivisa del percorso utile e sostenibile per ogni soggetto.

    I nostri riferimenti

    Trovate i nostri studi in 
    Via Carlo Avegno, 15 a Varese.

    Scrivete a:
    info@nirual.it

    Per informazioni o prenotazioni chiamate il numero di telefono:
    +39 351 1953 663

    Gli orari

    dal lunedì al venerdì:
    09:00 - 13:00 | 14:00 - 19:00

    sabato:
    09:00 - 13:00

    domenica: Chiuso